In occasione di Milano Design Week 2019, Digital Detox Design ha organizzato “Living Experience” che ha visto la partecipazione di 8000 visitatori. Un’esperienza davvero emozionante che ha coinvolto 20 brand, designer e artisti per realizzare uno spazio unico.

Digital Detox Design ha organizzato “Living Experience” - Milan Design  Week 2019
No password. Just Breathe.

Attraverso il design e la bellezza si è parlato dell’importanza di disconnetterci dai nostri device per riconnetterci con altre dimensioni dell’esistenza e recuperare il senso del nostro agire e del nostro vivere. Nessuna password da inserire, nessun aggiornamento di sistema, nessuna app. A dialogare sono state le persone, la materia, le superfici, i colori.

Al quarto piano di via Solferino 11 è stato realizzato uno spazio living con arredi di Sapiens Design, vincitori del Red Dot Award 2019 con l’iconica Oplàmp, che hanno presentato in anteprima Alia, una nuova seduta che riunisce in un unico arredo una sedia e una poltrona.

Chendù, oltre alla libreria già vincitrice della menzione speciale di Rebell Contest,ha portato per la prima volta un tavolino in legno bruciato lavorato secondo un’antica tecnica giapponese.

Tavolo Chendù e vasi Czech Design Week

Amaaro  ha esposto le sue rivisitazioni di vasi canopi, Matteo Bandi ha sorpreso con Sidekicks, una collezione di oggetti privi del tasto On/Off che obbligano a rinunciare al nostro cellulare per essere accesi.

Il piano cucina su bancone da falegname di Pollini Home ha intrigato per il connubio insolito tra materia grezza e raffinatezza manifatturiera. La stessa azienda ha inoltre realizzato splendide t-shirt a tema mentre GF Garden ha portato una nota di colore con le diverse bag multifunzione adatte all’home gardenia ma anche allo shopping. Un’edizione speciale con i colori di Digital Deetox Design è divenuta la bag del press kit.

Mud is Mood ha esposto una una selezione di candelieri e vasi componibili della collezione Intersezioni con i nuovi colori 2019 mentre L’Essenza nel Marmo ha diffuso fragranze ambiente in pregiati diffusori.

La grande libreria di Spazio B5/Passo 32 e la lampada di Officina Bugamelli di Bologna hanno completato l’arredo con linee essenziali e geometrie radicali.

I rivestimenti a parete hanno attratto con la bellezza delle nuovissime carte da parati della collezione GoldenWall di Inkiostro Bianco e l’innovativa parete attrezzata in tessuto di Doodesign.

COBE Architetti e Aguzzoli Arredamenti di Spazio Rebell hanno firmato la progettazione dello spazio espositivo e portato il verde all’interno dell’ambiente con i licheni di ArtMutari. A completare lo spazio living la credenza di ModDesign e il divano di Valentini.

La stylist Laura Arduin è riuscita a integrare i diversi oggetti in modo organico e funzionale realizzando un luogo insolito e molto accogliente, in cui hanno trovato posto anche i vasi e le borse di pelle selezionati da Czech Design Week.

Non è mancata l’arte con un’opera fotografica e la video installazione di Francesca Catellani con musica di Andrea Talmelli, i quadri di Francesca Mariani mentrel’ambiente sonoro è stato a cura di Andrea Sommani.

A fotografare e realizzare i video ufficiali è stato Francesco Petitti.

Digital Detox Design tornerà con una nuova installazione dal 23 al 28 settembre in occasione di Bologna Design Week e Cersaie. 

Press Kit: bit.ly/LivingExperiencePress
Website:
www.digitaldetoxdesign.it

Instagram: /digitaldetoxdesign

Facebook: /digitaldetoxdesign

Leave a Reply